L’Agenzia Europea del Farmaco (EMA) ha aperto le registrazioni di quanti siano intenzionati a partecipare alla udienza pubblica che si terrà il prossimo 13 giugno 2018 nella sua sede di Londra.

L’evento darà voce a pazienti, medici, infermieri, farmacisti, ricercatori e a chiunque altro voglia condividere la sua esperienza con i chinoloni e fluorochinoloni. L’EMA sta sottoponendo a revisione il profilo di rischio di questa classe di antibiotici, largamente prescritti nella UE, a causa della segnalazione di gravi e persistenti effetti indesiderati, specialmente a carico di muscoli, articolazioni e sistema nervoso. Alcuni di tali effetti indesiderati sono stati segnalati in pazienti con infezioni non gravi che si sarebbe potuto trattare con altri antibiotici.

La revisione succitata è condotta dal Pharmacovigilance Risk Assessment Committee (PRAC) che, nella riunione del marzo scorso, ha deciso di coinvolgere in questo processo una più estesa platea di persone. In particolare, il PRAC vorrebbe ascoltare il punto di vista dei cittadini sull’accettabilità dei rischi associati con l’uso di chinoloni e fluorochinoloni, sia in infezioni di media gravità sia in quelle più gravi, ed esplorare quali ulteriori misure potrebbero essere prese per assicurare che questi antibiotici siano utilizzati nel modo più sicuro possibile. Chi fosse interessato a partecipare all’udienza pubblica, sia come oratore sia come osservatore, dovrà compilare il modulo presente sul sito dell’EMA (https://ec.europa.eu/eusurvey/runner/PublicHearingApplicationForm) non oltre il 30 aprile 2018. L’EMA cercherà di ospitare il maggior numero di persone.

Per quelli che non potranno assistere di persona, l’udienza sarà trasmessa dal vivo sul sito web dell’Agenzia. Dopo l’evento, il PRAC continuerà nel suo lavoro che, a valutazione ultimata, si concluderà con la pubblicazione di una relazione sulla sicurezza dei chinoloni e fluorochinoloni.

Nel documento verrà esposto chiaramente come le informazioni raccolte durante l’udienza pubblica saranno state recepite nelle raccomandazioni del Comitato.

Tarantino Domenico

Per ulteriori informazioni:

Fonte: www.sifoweb.it